Yahoo! cifra i dati dell'utenza

Yahoo! cifra i dati dell'utenza

Dopo l'annuncio diffuso pubblicamente lo scorso novembre, il colosso guidato da Marissa Mayer ha iniziato a cifrare i dati personali e le comuncazioni dei propri utenti all'interno del network aziendale, la procedura necessaria per la criptazione sarebbe cominciata lo scorso 31 marzo.

L'obiettivo del gruppo Yahoo! dovrebbe essere in pratica quello di rendere inaccessibile l'intero traffico dati veicolato attraverso i propri data center, in questo modo tali informazioni dovrebbero godere di un livello di protezione superiore rispetto al passato.

A preoccupare gli uomini dei Sunnyvale non sarebbero soltanto i possibili tentativi di attacco da parte di utenti malintenzionati, ma anche le attività di monitoraggio da parte di autorità governative come per esempio quelle effettuate dall'NSA (National Security Agency) e che hanno portato allo scandalo Datagate.

Dopo Yahoo! anche altri giganti del Web dovrebbero dar vita ad iniziative simili, tra di essi vi sarebbero Facebook, Mountain View e la Casa di Redmond, tutte aziende accusate nei mesi scorsi di non aver tutelato adeguatamente i dati degli iscritti ai propri servizi.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.