Web advertising al 37% del mercato pubblicitario italiano

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteAsstel: gli allarmi sul 5G sono ingiustificati
  • SuccessivoAssicurazioni: prime micro-polizze basate sulla Blockchain
Web advertising al 37% del mercato pubblicitario italiano

I mercato dei media italiano starebbe affrontando una fase di flessione con un decremento previsto per il 2019 pari al 2% che dovrebbe ripetere sostanzialmente la performance negativa registrata lo scorso anno. Tale risultato sarebbe dovuto in particolar modo ai minori introiti generati dai media a pagamento: -5% nell'anno corrente contro il -8 di quello precedente.

A confermarlo sarebbero i dati dell’Osservatorio Internet Media del Politecnico di Milano presentati nel corso della conferenza "Internet Media: alla conquista degli altri mezzi". Nel complesso il giro d'affari prodotto da questo particolare settore durante il 2019 dovrebbe arrivare a 15 miliardi di euro, con un importante contributo del Web advertising.

Nel 2018 la pubblicità online ha infatti incrementato il suo fatturato del 4% e questo risultato dovrebbe essere replicato anche nel 2019. Tenendo conto del solo segmento relativo all'advertising, l'anno passato esso avrebbe generato investimenti per ben 8.2 miliardi di euro, il 37% dei quali (2.98 miliardi) a solo appannaggio della componente Internet.

Se l'andamento del Web advertising nel 2019 dovesse rispettare le previsioni degli analisti la crescita potrebbe essere però la più bassa degli ultimi anni. Nel 2018 l'incremento sul mercato pubblicitario era stato pari all'11%, mentre nell'anno in corso si dovrebbe scendere al di sotto dei 10 punti con un fatturato da 3.2 miliardi di euro.

A riportare i dati più interessanti sarebbe stata la pubblicità Display (con una spesa pari a 1.9 miliardi da parte degli inserzionisti e una crescita pari al 14%), buone anche le performance del segmento Search che solo nel nostro Paese avrebbe raggiunto un valore pari ad 850 milioni di euro. Si prevede infine che il video advertising sia destinato a superare quello basato sui banner entro il 2019.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.