Violato il database di The Pirate Bay

Violato il database di The Pirate Bay

L'ultima cosa che si aspetta un maniaco del download illegale e di vedere i propri dati allegramente esposti in Rete a disposizione di chiunque; il fattaccio è però recentemente successo e le vittime delle gogna mediatica sono stati gli utenti di The Pirate Bay.

Ad attaccare il database del sito per la condivisione di file Torrent più conosciuto della Rete è stato un hacker argentino di 23 anni noto con il nome di battaglia di Ch Russo; il giovane ha avuto accesso a i dati di ben 4 milioni di persone.

Con una classica SQL injection, Ch Russo è riuscito a mettere mano alle credenziali di accesso degli iscritti al servizio, tra i dati trafugati vi sono i nomi degli utenti, gli hash MD5 delle password associate ad essi, i relativi indirizzi IP e i nomi dei Torrent utilizzati.

Cosa farà l'hacker sudamericano con i dati raccolti? E' molto probabile che le majors discografiche e le case di produzione cinematografiche siano molto interessate alla lista scaricata da Ch Russo, l'attacco potrebbe avere presto per lui degli interessanti risvolti economici.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.