Twitter: i governi vogliono spiare gli utenti

Twitter: i governi vogliono spiare gli utenti

Il colosso del microblogging Twitter ha recentemente diffuso i dati relativi al suo ultimo rapporto annuale sulla trasparenza, una rilevazione dalla quale emergerebbero richieste sempre più pressanti dei governi per poter accedere ai dati degli utenti.

In totale, nel corso del primo semestre del 2014 sarebbero state ben 2.058 le richieste a carattere ufficiale in questo senso provenienti dalle autorità e rivolte ai vertici del social network cinguettante; sostanzialmente nel giro di un anno tale fenomeno sarebbe aumentato vertiginosamente.

Numeri alla mano, nell'arco del 2013 le richieste dello stesso tipo sarebbero state appena "1.410"; fortunatamene, almeno per quanto riguarda il nostro Paese, a formulare la maggior parte di esse sarebbero più o meno sempre gli stessi stati e, in particolare, gli USA.

Si pensi infatti che nell'intero Vecchio Continente il paese più attivo in questo senso dovrebbe essere la Gran Bretagna con appena 78 richieste, un numero irrilevante rispetto a quelle presentate dagli Stati Uniti nello stesso perido di tempo: ben 1.257.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.