Twitter: crescono i profitti (ma calano gli utenti attivi mensilmente)

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteA Bari le fideiussioni si certificano con la Blockchain
  • SuccessivoAdiantum: la crittografia "economica" secondo Google
Twitter: crescono i profitti (ma calano gli utenti attivi mensilmente)

E' una trimestrale d'esercizio in chiaroscuro quella presentata nelle scorse ore da Twitter. Il social network fondato da Jack Dorsey può finalmente vantare un incremento dei profitti, 909 milioni di dollari con una crescita del 24% su base annuale, nel contempo però sarebbe stata registrata una diminuzione degli utenti attivi mensilmente sulla piattaforma sociale.

Gli utenti attivi su Twitter in calo da tre trimestri consecutivi

Il calo delle presenze mensili, passate da 326 a 321 milioni di unità nel periodo considerato, non rappresenta comunque una novità per il Sito Cinguettante, è infatti da ben 3 trimestri che gli investitori devono fare i conti con questo dato. Non stupisce quindi che la dirigenza abbia deciso di non comunicare più alcun numero a riguardo a partire dal secondo quarto dell'anno corrente.

Gli azionisti continueranno invece a ricevere le cifre relative agli utenti attivi quotidianamente, in questo caso infatti l'ultima trimestrale avrebbe riportato una crescita non eclatante ma sufficiente a creare un bacino composto da 126 milioni di iscritti. Si tratta dei cosiddetti "mDAUs" (monetizable Daily Active Users) ed è grazie ad essi che il social network riesce a garantirsi una monetizzazione costante.

C'è Bitcoin nel futuro di Twitter?

Quali i progetti per il futuro? Stando alle parole del CEO Jeck Dorsey, Twitter non avrebbe alcuna intenzione di rimanere esclusa dalla rivaluzione della Blockchain e dal magmatico mondo delle cryptovalute. E' quindi possibile che in futuro la piattaforma consenta di effettuare transazioni in Bitcoin, magari cominciando da semplici donazioni.

A tal proposito si ricordi che di recente il più importante concorrente di Twitter, Facebook, ha deciso di far proprio gran parte del team di Chainspace, un startup creata da alcuni ricercatori della University College di Londra e specializzata nell'implementazione delle DLT (Distributed Ledger Technologies) per la gestione di smart contract.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.