Trimestrale tiepida per Google

Trimestrale tiepida per Google

I vertici di Mountain View hanno recentemente presentato l'ultima trimestrale di cassa della propria azienda; l'andamento del quarto appena passato testimonierebbe uno stato di salute in generale più che buono per le finanze di Google ma, nel contempo, anche una tendenza alla crescita meno performante rispetto alle attese degli analisti finanziari.

Numeri alla mano, in sostanza nel periodo considerato il fatturato di Google sarebbe cresciuto del 20% per un totale di 16.5 miliardi di dollari, contestualmente gli utilii per singolo titolo azionario sarebbero arrivati fino a quota 6.35 dollari; risultati tutto sommato più che soddisfacenti per il consiglio di amministrazione, ma non nella stessa misura per gli investitori.

Eppure le differenze tra quanto previsto e quanto riportato sarebbero particolarmente lievi: ci si attendeva infatti che il gruppo capitanato da Larry Page e soci riuscisse a generare 16.59 miliardi di dollari in termini di fatturato e 6.54 dollari per azione. In pratica gli utili si sarebbero attestati sui 3.72 miliardi di dollari contro i 3.76 miliardi dello stesso periodo del 2013.

Come in passato, anche adesso il settore più importante per le casse dell'azienda californiana sarebbe quello dell'advertising; ma se da una parte i click sugli annunci a pagamento sarebbero cresciuti di circa il 17% rispetto al terzo trimestre dell'anno passato, il costo per singolo click sarebbe sceso invece del 2% con un livello di entrate sostanzialmente in pareggio.

Per il momento non è dato sapere se i numeri non particolarmente brillanti appena citati siano alla base dell'abbandono dell'ex Business Chief di Big G, quel Nikesh Arora adesso tra le file dei dirigenti di SoftBank riguardo alle dimissioni del quale si cominciava a rumoreggiare in luglio, che avrebbe oggi lasciato il posto all'ex Omid Kordestani.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.