Redmond conferma la violazione della GPL

Redmond conferma la violazione della GPL

La Casa di Redmond ha confermato che l'USB/DVD Download Tool di Windows 7, distribuito tramite il Microsoft Store, viola la licenza GPLv2 in quanto contiene del sorgente rilasciato sotto la stessa licenza; i tecnici di Microsoft sarebbero già al lavoro per risanare la situazione.

Insomma, proprio l'azienda di Steve Ballmer, la stessa che ha dato vita a decine di cause legali contro terzi accusati di aver violato brevetti protetti dalle leggi sul diritto d'autore, si è fatta cogliere in flagrante nell'utilizzare codice Open Source in violazione della GPL.

L'USB/DVD Download Tool dell'ultimo Os Microsoft è un piccolo programma con cui generare dei file di installazione da porre su drive USB ed da utilizzare per l'installazione di Windows 7 su dispositivi privi di drive ottici come per esempio i Netbook.

Questa applicazione sarebbe però troppo simile ad un analogo strumento rilasciato sotto licenza Open Source, niente di male, la licenza GPL ammette infatti anche la duplicazione, ma non il rilascio dei software così ottenuti sotto licenza commerciale.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.