Oracle e Google si scontrano sulle API Java

Oracle e Google si scontrano sulle API Java

Nell'ottobre del 2010 il colosso delle basi di dati Oracle aveva presentato una denuncia contro Mountain View per la sospetta violazione della proprietà intellettuale relativa al sorgente Java adottato nel Test Compatibility Kit denominato Dalvik e realizzato dai tecnici di Google.

L'accusa espressa dai legali del gruppo di Redwood Shores sarebbe stata abbastanza circostanziata: la controparte avrebbe infatti copiato intere linee di codice associate a specifiche API (Application Programming Interface) del linguaggio Java.

Nel complesso, per Oracle, la violazione avrebbe riguardato ben 7 brevetti, ma da circa un anno e mezzo a questa parte il tribunale di San Francisco chiamato a dirimere la controversia avrebbe deciso che soltanto due di essi potevano rientrare nella causa tra le due aziende; la sentenza definitiva potrebbe essere comunicata tra pochi giorni.

Dalvik è una macchina virtuale e nello stesso tempo anche un componente di Android, per questo motivo l'azienda capitanata da Larry J. Ellison avrebbe richiesto un risarcimento pari a 1 miliardo di dollari oltre al blocco della commercializzazione del Robottino Verde.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.