Motorola è ufficialmente di Lenovo

Motorola è ufficialmente di Lenovo

Il colosso di Mountain View, ex proprietario del noto produttore statunitense di dispositivi telefonici, avrebbe comunicato ufficialmente il passaggio di consegne: la Motorola sarebbe quindi diventata una controllata della compagnia asiatica Lenovo, azienda che molto probabilmente sfrutterà la nuova acquisizione per estendere il proprio mercato nel comparto smartphone.

Con questa nuova fusione la Lenovo dovrebbe diventare di fatto la terza compagnia mondiale (dopo Samsung e Apple) per quanto riguarda la produzione di device mobili; della Motorola la nuova proprietà acquisirà anche lo staff, il know how tecnologico sviluppato fino ad ora da quest'ultima e tutti i dispositivi commercializzati o progettati da essa.

Secondo le informazioni attualmente disponibili, per l'azienda ceduta non ci dovrebbero essere grandi cambiamenti, la sua sede rimarrebbe infatti quella storica, presso Chicago, l'organico composto da circa 3.500 dipendenti non dovrebbe essere rimaneggiato e il CEO della Motorola Mobility, Rick Osterloh, sarebbe destinato a mantenere la medesima carica.

Nel complesso l'acquisizione della Motorola sarebbe costato 2.9 miliardi di dollari alla Lenovo, ma secondo quanto affermato da Yang Yuanqing, che è sia presidente che amministratore delegato del gruppo cinese, aver inglobato il gigante americano consentirà al compratore di estendere notevolmente il proprio market share ne comparto mobile.

Google aveva assunto il controllo della Motorola spendendo una cifra pari a 12.5 miliardi di dollari, la vendita a Lenovo sarebbe quindi costata tantissimi soldi per le tasche di Larry Page e soci; va però chiarito che Big G sarebbe stata interessata in particolare al portafoglio brevetti della Motorola e quest'ultimo dovrebbe essere ancora di sua proprietà.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.