MiSE: la Blockchain per difendere il Made in Italy

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteChrome esilia le estensioni che spiano gli utenti
  • SuccessivoAmazon: le accuse del Segretario al Tesoro
MiSE: la Blockchain per difendere il Made in Italy

Un meccanismo di certificazione dei prodotti basato sulla Blockchain potrebbe rivelarsi un valido alleato per combattere il fenomeno della contraffazione. A oggi il mercato del Made in Italy riuscirebbe a sviluppare un fatturato pari a 40 miliardi contro gli oltre 100 miliardi del cosiddetto "italian sounding", prodotti che sembrano nostrani ma non lo sono.

Queste le considerazione di Luigi di Maio, ministro per lo Sviluppo Economico e vicepremier del Governo presieduto da Giuseppe Conte, nel corso di un appuntamento organizzato per la presentazione del 33° Rapporto ICE e dell'Annuario ISTAT-ICE. Parole che sottolineano quanto la sola repressione non rappresenti un disincentivo sufficiente a fermare il mercato del falso.

Sempre secondo il rappresentante dei pentastellati, ad oggi il marchio "Made in Italy" rappresenterebbe poco più di un'etichetta di facciata con la quale non è possibile difendere produttori e consumatori. Le DLT (Distributed Ledger Technology) offrirebbero invece un'occasione per registrare la genuinità e l'affidabilità di un prodotto in tutta la sua filiera.

A questo proposito assume una particolare importanza la tracciabilità di un prodotto grazie alla Blockchain, con il suo impiego un utente in possesso di uno smartphone con fotocamera potrà inquadrare un codice in grado di fornire tutte le informazioni relative ai passaggi che vanno dalla produzione delle materie prima alla fase di commercializzazione.

Le sperimentazioni attualmente in atto, rese possibili da un investimento pari a 45 milioni di euro, riguardano 3 settori specifici: l'agroalimentare, il tessile e alcuni comparti della meccanica di precisione. Il ministro ha comunque voluto precisare che probabilmente saranno necessari anni prima di sviluppare un sistema che coinvolga il Made in Italy nel suo complesso.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.