KKR compra Corel per più di un miliardo di dollari

KKR compra Corel per più di un miliardo di dollari

L'acquisizione di Corel da parte della KKR sarebbe stata ufficializzata dai responsabili dei due gruppi dopo alcune settimane caratterizzate da indiscrezioni a riguardo. Il noto operatore internazionale di private equity avrebbe offerto oltre 1 miliardo di dollari per prendere il controllo della software house canadese che ha sede presso Ottawa.

Corel vanta un portafoglio clienti composto da oltre 90 milioni di unità sparse in tutto il Mondo che vanno dalle aziende ai professionisti della grafica fino al segmento consumer. A sua volta, lo scorso dicembre la compagnia era diventata proprietaria di Parallels, una delle soluzioni più utilizzate per la virtualizzazione software in ambiente MacOS.

Nonostante i diversi successi riscossi dal gruppo del CEO Patrick Nichols, tra cui è possibile citare il lancio della CorelDRAW Graphic Suite 2019 per le piattaforme di Apple avvenuto lo scorso marzo, il passaggio di proprietà a favore di KKR potrebbe essere la spia di previsioni non particolarmente ottimistiche dal punto di vista finanziario.

KKR si occupa infatti di leveraged buyout, cioè dell'acquisizione di società a rischio di indebitamento. Più precisamente, l'LBO prevede di sfruttare la capacità di indebitamento dell'organizzazione acquisita, il valore d'acquisto viene coperto in buona parte tramite il ricorso al debito che viene successivamente recuperato sulla base dei flussi di cassa.

Quello di Corel (Cowpland Research Laboratory) rimane comunque un nome storico in ambito high tech, fondata nel 1985 vide crescere il suo business fino alla metà degli anni '90 quando soffrì del confronto con Microsoft. A Corel si deve poi Draw, una delle poche alternative riconosciute allo standard per la grafica e il fotoritocco incarnato da Photoshop.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.