Indagine del Garante su Skype

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteMcDonald's accusato di spam in Australia
  • SuccessivoAumentano le connessioni ma permane il Digital Divide
Indagine del Garante su Skype

Il Garante per la protezione dei dati avrebbe inviato ai vertici di Skype una richiesta di chiarimenti relativa al trattamento delle informazioni personali degli utenti iscritti al servizio VoIP; l'indagine dell'Authority partirebbe dalla segnalazione di un utente.

Quest'ultimo infatti avrebbe notato che la piattaforma non metterebbe a disposizione una procedura per la cancellazione definitiva degli account; deciso a portare a termine il compito che si era prefissato, l'utente avrebbe preso l'iniziativa di inviare una richiesta di rimozione alla stessa casa madre.

Ma la customer care di Skype (che è una proprietà della Casa di Redmond), pur dimostrandosi disponibile ad eliminare l'iscrizione, avrebbe comunicato che ciò non sarebbe stato possibile senza che prima venisse loro fornita la data relativa all'attivazione dell'account.

Questa informazione sarebbe necessaria ai fini dell'identificazione dell'utente, ma il meccanismo per la cancellazione risulterebbe estremamente tortuoso, da qui l'iniziativa del Garante che, nel caso non dovesse ricevere risposte esaurienti, potrebbe provvedere anche ad erogare una sanzione.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.