HTC e Windows Phone verso il "divorzio"

HTC e Windows Phone verso il "divorzio"

Stando alle attuali rilevazioni di mercato, l'80% del market share detenuto dal sistema operativo mobile Windows Phone sarebbe appannaggio della finlandese Nokia e della sua gamma Lumia; per contro la quota della HTC non supererebbe un magro 5%.

Gestire le briciole di un mercato di per sè non particolarmente vasto potrebbe non rappresentare un affare appetibile per l'azienda asiatica, per cui il board di HTC starebbe valutando seriamente l'idea di abbandanare la piattaforma di Microsoft e di non proporla in dispositivi futuri.

In vista vi sarebbe quindi un "divorzio" dopo un matrimonio di lunga durata, HTC e Redmond sono state infatti protagoniste di una partnership che per alcuni anni ha visto la prima rilasciare device basati sull'ormai obsolescente Windows Mobile di Ballmer e soci.

L'idea è però che il gruppo Taiwan non abbia mai considerato Windows Phone come un'alternativa concorrenziale ad Android, ad oggi infatti non sarebbe stato prodotto alcun top level HTC gestibile attraverso la piattaforma dell'alleato californiano.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.