Google si adegua alle misure del Garante

Google si adegua alle misure del Garante

Entro il 15 gennaio il 2016, Mountain View sarà chiamata ad adattare le proprie attività commerciali su Internet alle misure che sono state richieste dal Garante per la protezione dei dati personali italiano; tale adeguamento dovrà essere effettuato in particolare a carico di quello che è l'asset più importante della compagnia, il suo motore di ricerca.

A quanto detto si aggiunga il fatto che Big G dovrà sottoporsi a dei controlli periodici attraverso i quali l'autorità per la tutela della privacy potrà verificare gli interventi effetuiati per rispettare la scadenza prevista; un obbligo particolarmente importante perché nel Vecchio Continente è stato imposto alla multinazionale soltanto dall'Italia.

Nella sostanza tali verifiche dovrebbero essere finalizzate a stabilire la conformità delle iniziative di Google con le normative italiane in tema di protezione dei dati personali, in questo modo ogni difformità potrà essere corretta tempestivamente al fine di rendere il processo in atto più rapido e aderente alle intenzioni del Garante.

I controlli non dovrebbero poi riguardare soltanto le ricerche online, il quadro previsto dall'Authority sarebbe infatti più ampio e coinvolgerebbe anche funzionalità come quelle relative alla gestione della posta elettronica tramite Gmail e alla condivisione di contenuti testuali e multimediali su YouTube e il social network Google+.

A tal fine l'azienda dovrà rendere estremamente più chiare le policy riguardanti il trattamente dei dati personali, ciòè sarà obbligata a fornire agli utenti delle informazioni dettagliate sia sulle finalità che sulle modalità con cui tali dati verranno elaborati; in particolar modo non sarà possibile tacere riguardo alle attività di profilazione.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.