Google pagherà gli snippet agli editori

Google pagherà gli snippet agli editori

Mountain View avrebbe siglato degli accordi commerciali con alcune case editrici per la pubblicazione di snippets, frammenti di notizie, sulle piattaforme Discover e Google News. I primi contratti dovrebbero diventare efficaci entro la fine del 2020 e nel corso dei prossimi mesi potrebbero esserne attivati di altri, sempre la finalità di retribuire gli autori monetizzandone i contenuti.

Per il momento si parla di poche realtà coinvolte nell'iniziativa tra cui InDaily, news service con sede in Australia, Spiegel, l'estensione online del quotidiano tedesco Der Spiegel, e la brasiliana Diarios Associados. In alcuni casi sarebbe stato previsto che gli utenti di Big G possano visualizzare gratuitamente risorse altrimenti protette tramite paywall.

La remunerazione a favore dei produttori di contenuti dovrebbe rappresentare il primo passo verso la conclusione di una lunghissima battaglia incentrata sul Copyright, scontro durante il quale Google è stata più volte accusata di approfittare della propria posizione dominante nel mercato delle ricerche e di non ridistribuire i guadagni derivanti dall'advertising.

I portavoce dell'EPC (European Publishers Council), organizzazione che riunisce i CEO dei principali gruppi editoriali del Vecchio Continente, avrebbero commentato gli accordi sottolineando come essi potrebbero non rivelarsi sufficienti, a loro parere infatti Google avrebbe assunto un ruolo troppo rilevante nel determinare le abitudini degli utenti in tema di informazione.

Da parte sua la multinazionale statunitense ha già offerto il suo sostegno all'editoria tramite il progetto denominato Google News Initiative lanciato nel 2018, grazie ad esso sono state finanziate oltre 5 mila testate locali in tutto il Mondo e sono stati messi a disposizione ben 300 milioni di dollari a supporto del giornalismo di qualità.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.