Download illegale? normale per il 60% degli Italiani

Download illegale? normale per il 60% degli Italiani

Gli analisti della Lorien Consulting hanno svolto una rilevazione da presentare nell'ambito dell'Osservatorio Politico Nazionale dedicato all'atteggiamento dei nostri connazionali relativamente al rispetto della proprietà intellettuale e delle leggi a tutela dell'integrità di quest'ultima; i dati raccolti sono stati esposti nelle scorse ore dai componenti della BSA (Business Software Alliance).

In pratica, attualmente soltanto il 14% degli abitanti della Penisola considererebbe la pirateria del software un reato che andrebbe perseguito per Legge, sostanzialemente per il 60% degli Italiani scaricare illegalmente filmati e brani audio da Internet rappresenterebbe un'attività normale o, al massimo, un peccato "veniale"; il 22% sosterrebbe di ignorare l'illegalità della pirateria.

La ricerca è stata effettuata sulla base di un sondaggio sottoposto ad un campione composto da mille individui, il 31% dei partecipanti avrebbe ammesso di aver scaricato illegalmente almeno una volta nel corso della propria vita un contenuto protetto da copyright, sia stato esso un'applicazione o del materiale multimediale.

Vi sarebbe poi un 9% di intervistati che non avrebbe ammesso di aver praticato la pirateria e, nello stesso tempo, non lo avrebbe negato; in sostanza anche nel nostro Pease, e forse più che in altri, permarrebbe una sorta di clima culturale socialmente indulgente nei confronti di chi scarica contenuti digitali senza pagare il dovuto ai produttori.

Secondo il 58% del campione interpellato scaricare video, brani audio e software attraverso i canali dedicati alla pirateria risulterebbe più comodo, più semplice e più veloce rispetto all'utilizzo delle piattaforme legali; il 23% scaricherebbe illegalmente a causa dei prezzi in corso nel mercato legale e il 4% perché via dei rischi praticamente nulli.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.