Bullismo on-line: rinviato processo a Google

Bullismo on-line: rinviato processo a Google

Molti ricorderanno l'incresciosa vicenda che qualche mese fa ha coinvolto un ragazzo disabile picchiato, umiliato e filmato dai compagni di scuola; il video era stato postato su Youtube e per questo motivo si sta svolgendo a Milano un processo che vede Google, proprietaria del servizio, sedere tra gli accusati.

Il processo avrebbe dovuto cominciare in questi giorni, ma è stato rimandato al 29 settembre per la mancanza degli interpreti, in ogni caso si tratta di una vicenda legale destinata a fare storia e ad influenzare le abitudini di condivisione dei video tra gli utenti.

Il processo dovrà stabilire se Mountain View possa essere ritenuta o meno oggettivamente responsabile per la trasmissione delle immagini presenti nello squallido video uploadato su YouTube e, se riconosciuta colpevole, quale sanzione debba pagare.

"E' come processare i postini per il contenuto delle lettere che portano", ha obiettato il portavoce di Google; l'accusa probabilmente obietterà a sua volta sostenendo che i postini non possono controllare il contenuto dei messaggi, Google invece dovrebbe essere in grado di filtrare i video postati.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.