Brunetta: stop all'uso privato di Internet nella PA

Brunetta: stop all'uso privato di Internet nella PA

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta ha recentemente diramato una direttiva con cui in pratica si impone alle singole Amministrazioni di controllare i lavoratori pubblici in modo che non facciano un uso privato delle risorse della PA, comprese quelle telematiche.

La direttiva parla chiaro, l'Amministrazione ha l'onere di: "..predisporre misure per ridurre il rischio di usi impropri di internet, consistenti in attività non correlate alla prestazione lavorativa, quali la visione di siti non pertinenti, l'upload e il download di files, l'uso di servizi di rete con finalità ludiche o comunque estranee all'attività lavorativa..".

Insomma, l'Amministrazione viene responsabilizzata in quanto datore di lavoro alla cui proprietà è riconducibile il sistema informativo utilizzato (inclusi i programmi, le apparecchiature e i dati inviati, ricevuti e salvati), dovrà essere quindi la stessa PA a vigilare sull'utilizzo delle risorse.

Per far questo dovranno essere individuati i siti Web necessari o meno all'espletamento della propria attività lavorativa, quindi dovrà essere preddisposto un sistema di filtri idenei a bloccare l'accesso a risorse in grado di generare inutili distrazioni.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.