Banda Larga: gli 800 milioni che non arrivano

Banda Larga: gli 800 milioni che non arrivano

L'apposita Commissione Europea ha approvato il Piano di sviluppo rurale regionale per la Banda Larga con valore fino al 31 Dicembre del 2015, ne ha dato l'annuncio il Ministro per le Politiche Agricole Giancarlo Galan.

Il Piano prevede di finanziare 501 iniziative destinate al superamento del digital divide nelle aree più disagiate del nostro Paese, le aree di riferimento comprendono 2.100 comuni rurali mentre lo stanziamento consiste in oltre 154 milioni di Euro.

Il Piano dovrebbe costituire un aiuto per la diffusione della Banda Larga in Italia, una leggera boccata d'aria in attesa di sapere quando (e se) verranno messi a disposizione gli 800 milioni che il CIPE dovrebbe "liberare" per un serio progetto di innovazione tecnologia del nostro Paese.

Per il momento, da quando gli 800 milioni di Euro sono stati dirottati per altre spese in attesa di un rifinanziamento, di essi si è praticamente persa notizia e il 30% del territorio iataliano ancora colpito dal digital divide attende di entrare anch'esso nell'era digitale.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Commenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.